L'uomo come obiettivo psicologico esistenziale Ŕ il tema del discorso di Bruno Rocchi. La sua ricerca Ŕ basata sulla sovrapposizione delle immagini che sembrano compenetrarsi in una dimensione di spazio tempo. Mentre la ricerca tecnica permette a Rocchi una trascrizione sulla metamorfosi della luce di forte suggestione visiva, le figure scandite sul ritmo di una segnica realizzata con le velature cromatiche, ci ripropongono una simbologia in stretto rapporto con il mondo esterno.

I dipinti di Rocchi appaiono come uno schermo d'afano, attraverso il quale si attua una misteriosa osmosi fra la realtÓ oggettiva e soggettiva.

Idamaria Balestreri (da "Il Miliardo" - Genova)